L’esercito di terracotta in Cina

Spread the love

Un esercito Imperiale di 2.200 anni fa

Nel 1974, in Cina nella provincia di Shaanxi, alcuni contadini, scavando un pozzo, scoprirono queste strane statue di guerrieri e di cavalli in terracotta a grandezza naturale. Nel 1976 sono state scoperte la seconda e la terza tomba. Un totale di 20.000 metri quadri con circa 8.000 guerrieri e cavalli, oltre ad armi.
Nel 1979, il governo cinese costruì un museo; da allora più di 50 milioni di persone hanno visitato il luogo, tanto che ora è diventata una tappa obbligatoria per chi va in Cina, i cinesi la chiamano la ottava meraviglia del mondo (ritenendo il numero 8 un numero molto fortunato).

Gli scavi continuano dal 1974 e vengono in continuazione rinvenuti tesori e statue. Si stima che sino ad ora solo un terzo del lavoro sia stato fatto.

Nel 1987 il luogo è stato inserito nel catalogo dei patrimoni antichi mondiali da UNESCO.
L’imperatore Qin Shihuang (nome di nascita Zheng Ying) nacque nel 259 a.c. e morì nel 210 a.c.

Fu un grande Imperatore feudale che riuscì a riunificare una Cina divisa.
Zheng Ying era il figlio naturale dell’Imperatore, ed ereditò il trono a soli tredici anni. Fu un grande Imperatore, crudele ma anche costruttore, unìficò il paese, costruì palazzi, cambiò la moneta ed i caratteri della scrittura. Ma nemico di Confucio fece distruggere tutti i libri e uccidere i suoi discendenti. Impazzito morì a 50 anni. Gli successe Hu Hai, ma assassini reciproci all’interno della famiglia imperiale, fecero sì che in soli 15 anni dalla morte di Zheng Ying la dinastia si estinse.
La costruzione della tomba durò 38 anni e ci vollero 700.000 schiavi per edificarla. Si usò il mercurio per fare fiumi e mari. E fu messa la luce eterna. Alla morte dell’Imperatore vennero uccise tutte le concubine e gli artigiani che avevano partecipato alla costruzione. Il sarcofago dell’Imperatore non è stato ancora trovato, dovrebbe essere in un palazzo sottoterra di cui ancora non si conosce la struttura, distante 1,5 km dal museo. Secondo alcuni archeologi la tomba dell’imperatore fu ritrovata e distrutta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.